Stimolazione dell'ovulazione e monitoraggio

Gli ovociti si sviluppano all'interno dei follicoli, che sono piccole borse o cisti piene di liquido che si formano nelle ovaie.

Durante il trattamento, il numero di follicoli sviluppati, così come le sue dimensioni, si misura quotidianamente tramite ultrasuoni, mediante un’ecografia transvaginale. Le ecografie non consentono di visualizzare gli ovociti a causa delle loro dimensioni microscopiche.

I follicoli producono un ormone chiamato estradiolo, la cui quantità aumenta con la crescita del follicolo stesso.

La valutazione della produzione di estradiolo si effettua periodicamente tramite analisi del sangue. È importante che il risultato sia disponibile in giornata perché sia possibile valutare la risposta alla stimolazione.

In base all'ecografia e alle analisi ormonali eseguite, si decide la dose da somministrare, che può variare di giorno in giorno a seconda dei risultati. L'estradiolo aumenta gradualmente di giorno in giorno fino al momento dell'estrazione degli ovociti; esso non ha un valore costante, ma presenta invece variazioni considerevoli da donna a donna.

Grazie ai quotidiani controlli ecografici e ormonali, è possibile valutare lo sviluppo follicolare e determinare il momento più appropriato per procedere all'estrazione degli ovociti.

In alcuni casi e secondo la terapia prescelta, si possono inoltre eseguire analisi seriali dell'urina. Tali analisi consentono di determinare il valore dell'ormone LH, responsabile dell'ovulazione. Se si riscontra un incremento di LH, che indica l'inizio di un’ovulazione spontanea, è necessario decidere se cancellare il ciclo o modificare il programma stabilito.

Cancellazione di un ciclo di FIV

Circa il 12% dei cicli di FIV viene cancellato per diversi motivi attinenti a una risposta non ottimale alla stimolazione.

Tra i casi più frequenti si annoverano:

  • La ridotta comparsa di follicoli (risposta insufficiente).
  • Livelli ormonali ridotti o con irregolarità; in questo caso gli ovociti che si ottengono non sono di buona qualità.
  • Un’ovulazione anticipata che non consente di stabilire con precisione l'ora più appropriata per l'estrazione degli ovociti.

Nella maggior parte dei casi, la somministrazione di un nuovo trattamento o la modifica di quello già impiegato consente di tentare un nuovo ciclo di FIV dopo un periodo di riposo di alcuni mesi.

È dimostrato che le coppie meglio inserite dal punto di vista sociale, familiare ed emotiva sono quelle con maggiori probabilità di concepimento e soddisfazione con il trattamento.

Per tale motivo, il nostro Servizio di Medicina della Riproduzione sta portando a termine un programma di Medicina Psicosomatica, che offre alle coppie aiuto per affrontare al meglio la problematica della sterilità e del suo trattamento.

Condividi

Go to top