Trasferimento embrionale

Il giorno precedente al trasferimento degli embrioni, si indica alla coppia come, quando e dove questo avrà luogo.

Nella maggior parte dei casi, tale procedura è molto semplice, si esegue per via vaginale con controllo ecografico e non richiede alcun tipo di anestesia. In casi particolari, il trasferimento embrionale può effettuarsi per via transmiometriale, sotto controllo ecografico e anestesia.

Il trasferimento embrionale può effettuarsi 2-3 giorni dopo la punzione follicolare (D+2 o D+3), allo stadio di 4-8 cellule o dopo 5-6 giorni, allo stadio di blastocita (D+5 o D+6). Il numero di embrioni e la data del trasferimento viene stabilito secondo la qualità embrionale e l'età della donna. Possono inoltre essere presi in considerazione altre ragioni come il fattore di sterilità, precedenti clinici, precedenti gravidanze, etc.

Prima del trasferimento, l'embriologo valuta gli embrioni scegliendo quelli con pronostico migliore. Gli embrioni selezionati vengono inseriti assieme a una piccola quantità di mezzo di coltura nel catetere di trasferimento.

La paziente si colloca in posizione ginecologica e il ginecologo introduce delicatamente il catetere nel collo dell'utero, depositando gli embrioni al suo interno. Tale procedura non richiede anestesia e si realizza per via vaginale sotto controllo ecografico. Dura pochi minuti ma, una volta conclusa, è opportuno che la paziente resti per 15 minuti a riposo assoluto.

Transfer of two embryos at 4 cell stage on D+2
Trasferimento in D+2 di due embrioni allo stadio di 4 cellule

 

Per nessun motivo si eseguirà il trasferimento di oltre tre embrioni per ciclo. Prima di decidere il numero di embrioni da trasferire, il medico, il team di biologia e la coppia valutano assieme le possibilità. Nell'ipotesi si disponga di embrioni in eccesso, non trasferiti freschi durante il ciclo, si procederà, previo consenso della coppia, al congelamento di quelli che si sviluppano in modo favorevole.

Dimissione e norme di vita post-trasferimento

Il giorno stesso del trasferimento, dopo l'uscita dalla clinica, è consigliabile restare a riposo per 4 ore. Nel nostro caso, anche se risiede fuori Barcellona, trascorso tale periodo o il giorno successivo potrà tornare a casa utilizzando il metodo che preferisce.

Dopo il trasferimento, dovrà sottoporsi al trattamento ormonale indicatole dal ginecologo, al fine di assicurare una buona preparazione dell'endometrio atta a facilitare l'impianto.

Dopo il trasferimento, è opportuno adottare uno stile di vita tranquillo, evitando eccessivi sforzi fisici, sport, bagni prolungati e relazioni sessuali fino ai risultati del primo test di gravidanza.

Condividi

Go to top