Il volume ghiandolare del seno potrebbe essere un indicatore più importante della densità mammaria per prevedere il rischio di tumore al seno

Il volume ghiandolare del seno potrebbe essere un indicatore più importante della densità mammaria per prevedere il rischio di tumore al seno

Il tessuto fibroghiandolare, che appare bianco sulla mammografia, è costituito da cellule, tessuto fibroso ed elementi extracellulari, essenzialmente collagene. Il rapporto tra la quantità di tessuto fibroghiandolare rispetto al volume del seno è chiamato densità mammaria. Varia da una donna all'altra per ragioni genetiche e anamnesi personale e cambia fondamentalmente con l'età e l'indice di massa corporea. Dagli anni '70, questo valore è stato studiato molto attentamente, poiché è noto che, oltre a "essere una donna", avere un'alta densità mammaria è il fattore di rischio per lo sviluppo di un tumore al seno più diffuso nella popolazione. Ma i metodi esistenti per misurare la densità mammaria e studiare i cambiamenti che si verificano in quella zona nel tempo hanno dei limiti, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, rendendo difficile effettuare una valutazione accurata.

Per questo motivo, un gruppo di esperti del Servizio di Diagnostica Ginecologica per Immagini di Dexeus Mujer, guidato dal Dott. Jean Browne, ha realizzato uno studio retrospettivo trasversale, partendo dall’analisi delle mammografie realizzate su un totale di 32.448 pazienti di 40 o più anni d’età che effettuano il controllo ginecologico annuale nel centro, al fine di descrivere la relazione esistente tra i valori registrati nella densità mammaria, il volume del tessuto ghiandolare e il volume totale del seno e l’età, entro un periodo di 20 mesi di follow-up in un contesto clinico (dal 1 aprile 2014 al 31 dicembre 2015) in donne sane, nonché osservare le differenze di questi parametri nelle donne con diagnosi di tumore mammario nel periodo studiato.

Lo studio ha preso in considerazione solo l'età della donna nel valutare la densità mammaria, ma non altri aspetti correlati, come l'indice di massa corporea, l'età in cui è stata madre per la prima volta, il numero di figli, anamnesi familiare o personale o assunzione di farmaci ormonali. I valori analizzati erano quelli registrati attraverso la tecnologia di conteggio dei fotoni che offre un'elevata precisione nella misurazione dei parametri. Questa tecnologia consente di eseguire la mammografia utilizzando una dose molto bassa di radiazioni al seno, circa la metà di quella di altri sistemi, e di misurare i parametri contemporaneamente (senza radiazioni aggiuntive).

I risultati rivelano che la densità mammaria diminuisce con l'età, sia nelle donne a cui è stato diagnosticato un tumore al seno che nelle donne sane. Ma indipendentemente dall'età, la densità mammaria e il volume del tessuto ghiandolare sono generalmente più elevati nelle donne con cancro. Indicano anche che il volume del tessuto ghiandolare potrebbe essere un indicatore più importante della densità mammaria nel prevedere il rischio di tumore al seno, poiché questo parametro è quello che ha presentato una differenza più significativa (in media il 24% in più abbondante nelle donne con tumore).

Allo stesso modo, gli autori dello studio indicano che l'accuratezza e la semplicità di acquisizione dei dati dalla tecnologia di conteggio dei fotoni possono aprire la strada a futuri interventi per ridurre la densità mammaria o il volume ghiandolare del seno, con l'obiettivo finale di ridurre l’incidenza di tumore mammario.

Lavoro di riferimento:

Breast density measured volumetrically in a clinical environment: cross-sectional study with photon counting technology

Browne JL, Casas L, Santandreu G, Rodriguez I, Navarro B, Tresserra F, Pascual MA.
Breast Cancer Res Treat. 2019 Nov 27; doi: 10.1007/s10549-019-05502-7.

Richiedi maggiori informazioni

(+34) 93 227 48 96

O compila questo modulo e ti chiameremo il prima possibile

Voglio essere informata sulle ultime novità di Dexeus Mujer e ricevere la newsletter:
Se hai bisogno di informazioni, contatta il nostro Servizio di assistenza alla paziente internazionale.