Uno studio rivela l'utilità dello screening genetico preimpianto in pazienti con fallimenti ricorrenti dell'impianto

Uno studio rivela l'utilità dello screening genetico preimpianto in pazienti con fallimenti ricorrenti dell'impianto

L'utilità dell'applicazione dello screening genetico preimpianto (DGP) in pazienti con fallimenti ricorrenti dell'impianto non è stata dimostrata scientificamente per la mancanza di studi randomizzati che utilizzino la metodologia di analisi attuale. Tuttavia, è noto che l'esistenza di alterazioni cromosomiche nell'embrione è una delle principali cause all'origine del problema.

Ciononostante, uno studio prospettico non randomizzato su pazienti con lunga anamnesi di fallimenti ricorrenti dell'impianto (trasferimento di più di sei embrioni senza successo) diretto dalla dott.ssa Marta Devesa del Servizio di Medicina della Riproduzione di Salute della Donna Dexeus, offre risultati molto promettenti in questo senso poiché ha studiato la relazione tra l'applicazione della DGP con biopsia del trofoectoderma e lo studio di tutti i cromosomi e il tasso cumulativo di gravidanza e bambini nati per paziente.

In totale hanno partecipato a questo studio 38 coppie. Dal gruppo sono state escluse le coppie con un'età materna pari a superiore a 39 anni o le coppie per le quali era state individuate cause che potevano essere associate al fallimento dell'impianto, come ad esempio anomalia del cariotipo, trombofilia, disturbi autoimmuni, anomalie uterine, fattore maschile severo o idrosalpingi.

Per effettuare la DGP è stata eseguita una biopsia del trofoectoderma in embrioni allo stadio di blastocisti. La percentuale di embrioni euploidi ottenuti è stata del 52% e, in totale, sono stati effettuati 50 trasferimenti embrionali (TE), 8 in ciclo naturale e 42 in ciclo sostituito. Il tasso di impianti è stato del 56,3% e il tasso di gravidanze evolutive (>20 settimane) o di nati vivi tramite TE è stato del 58%. Il tasso cumulativo di gravidanze evolutive e nati vivi per paziente è stato di circa il 76,3%.

Gli autori dello studio concludono pertanto che si dovrebbe offrire la possibilità di eseguire una DGP nei casi di fallimenti ricorrenti dell'impianto anche se, quando il trasferimento di un embrione euploide fallisce, si devono scartare altri fattori e tenere presente che non può essere escluso il mosaicismo.

Poster scientifico:
Cumulative live birth rate after implantation genetic screening in repeated implantation failure: is there still a place for replacing genetically unscreened embryos?
Devesa M1, Coroleu B1, Parriego M1, Coll, L1, Martinez F1, Rodriguez I1, Barri PN1
1 Servizio di Medicina della Riproduzione, Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Riproduzione dell'Ospedale Universitario Dexeus, Barcellona, Spagna
Vedi Poster scientifico (PDF)

Richiedi maggiori informazioni

(+34) 93 227 48 96

O compila questo modulo e ti chiameremo il prima possibile

Voglio essere informata sulle ultime novità di Dexeus Mujer e ricevere la newsletter:
Se hai bisogno di informazioni, contatta il nostro Servizio di assistenza alla paziente internazionale.