Il trasferimento di più di un embrione aumenta il rischio di complicanze ostetriche e perinatali

Il trasferimento di più di un embrione aumenta il rischio di complicanze ostetriche e perinatali

L'obiettivo di questo studio, realizzato dal Servizio di Medicina della Riproduzione di Dexeus Mujer e guidato dalla Dott.ssa Elisabet Clua e dalla Dott.ssa Eva Meler, responsabile di I+D+i della Sezione di Ostetricia del medesimo Centro, era descrivere le complicanze ostetriche e perinatali nelle gravidanze conseguite attraverso trattamenti di riproduzione assistita effettuati nell'ambito di programmi di ovodonazione.

Per questo motivo, gli autori hanno condotto uno studio retrospettivo su un totale di 225 gravidanze con feto unico, 113 gravidanze multiple e 447 bambini nati da pazienti che si erano sottoposte a trattamenti presso il centro.

Lo studio ha dimostrato che l'incidenza di complicanze ostetriche è stata maggiore nei casi di gravidanza multipla rispetto alle gravidanze con feto unico, poiché le percentuali di preeclampsia (24,8% rispetto a 8%), rottura prematura delle membrane (9,7% rispetto a 1,8%) e parto prematuro (54,9% rispetto a 10,2%) sono state più elevate. Allo stesso modo, anche l'indicazione di taglio cesareo si è dimostrata più frequente nelle gravidanze multiple (81,4% rispetto a 64%). L'età della madre rappresenta un ulteriore fattore decisivo, poiché l'indicazione di taglio cesareo nelle gravidanze con un unico feto è stata più frequente tra i soggetti con più di 40 anni (73,5% rispetto a 49,4%).

Per quanto riguarda i problemi perinatali, l'incidenza di complicanze come basso peso alla nascita (meno di 2,5 kg) o necessità di terapie intensive, è stata anch'essa maggiore tra i bambini nati da gravidanze multiple: 61,1% rispetto a 8,2% nel caso di peso basso e 15,2% rispetto a 4,7% di accessi alla terapia intensiva. Analogamente, la mortalità perinatale è stata del 13,5% circa tra i bambini nati da gravidanze multiple, mentre nelle gravidanze con feto unico analizzate nello studio non si è registrato alcun decesso.

Tenendo conto di questi risultati, gli autori rilevano la necessità di offrire una consulenza pre-concepimento ai futuri genitori e alle donne che si sottopongono a trattamenti di riproduzione assistita nell'ambito di programmi di ovodonazione, per informale di tali complicanze ed evidenziare i vantaggi del trasferimento di un solo embrione per ciclo, al fine di evitare possibili rischi ostetrici e perinatali.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Gynecological Endocrinology.

Obstetric and perinatal complications in an oocyte donation programme. Is it time to limit the number of embryos to transfer?
Clua E, Meler E, Rodríguez D, Coroleu B, Rodríguez I, Martínez F, Tur R.
Gynecol Endocrinol. 2016 Apr;32(4):267-71. doi: 10.3109/09513590.2015.1111330
Articolo originale

Richiedi maggiori informazioni

(+34) 93 227 48 96

O compila questo modulo e ti chiameremo il prima possibile

Voglio essere informata sulle ultime novità di Dexeus Mujer e ricevere la newsletter:
Se hai bisogno di informazioni, contatta il nostro Servizio di assistenza alla paziente internazionale.